Torino e il Piemonte si candidano come Capitali del Food

 Torino e il Piemonte si candidano come Capitali del Food

Il Piemonte punta sul Food con il progetto “Torino-Piemonte World Food Capital”. Obiettivo, dopo anni di preparazione e ricerche, è far diventare il Piemonte una Food Valley e Torino la capitale mondiale. Presidente della fondazione è Federico Francesco Ferrero, medico nutrizionista che afferma “la Regione può essere davvero leader mondiale”.

“Trasformiamo il Piemonte in una vera e propria Food Valley”, è ciò che si legge sul sito di “Torino-Piemonte World Food Capital”, il neo Comitato che intende mettere in campo tutti gli attori della filiera del cibo piemontese per valorizzare il territorio. Perché non provarci, quando il nostro territorio è la casa dei paesaggi vitivinicoli di Roero, Langhe e Monferrato patrimonio dell’umanità, dove sono attive oltre 50 mila aziende agricole e dove sono presenti quasi 4.390 imprese.

Inoltre, il settore del Food piemontese vede impiegati 55 istituti professionali tra istituti professionali e 30 corsi di laurea di cui 3 dottorati e 5 master, culla della prima Università di Scienze Gastronomiche al mondo e del Salone del Gusto.

Le carte in regola per raggiungere l’obiettivo del comitato ci sono tutte. Tra gli obbiettivi, quello di incentivare nuove opportunità aziendali, sostenere l’imprenditoria giovanile in campo agricolo alimentare e garantire la salvaguardia della biodiversità agricola e delle eccellenze artigianali alimentari.  

“Vogliamo creare una Food Valley capace di raccogliere investimenti, trattenere i giovani, attrarre viaggiatori – ha dichiarato Ferrero – Uniti sapremo vincere la sfida di specializzare la nostra regione sul food in tutte le sue sfaccettature e renderla un punto di riferimento internazionale”.

Il comitato ha lanciato una petizione su charge.org, attiva fino al 30 aprile, che intende chiedere alle istituzioni nazionali e locali di destinare al progetto almeno il 10% dei fondi europei destinanti alla Regione.

Ambasciatrice del progetto è la sciatrice piemontese Marta Bassino, fresca di vittoria al Mondiale di Slalom 2021, che ha affermato: “Spero di infondere nei piemontesi la fiducia che, con la determinazione, nessun traguardo è troppo ambizioso, neppure quello di diventare la Capitale Mondiale del Cibo”.  

Condividi con i tuoi amici

Jessica Scano