Intervista ai CodCreep

 Intervista ai CodCreep

I CodCreep in concerto allo Ziggy Club di Torino.

I CodCreep sono un gruppo metal torinese, fondato nel 2019 e composto da Francesco Santalucia (voce), Giovanni Fiorini e Felice Camurati (chitarre), Enrico De Biasio (basso) e Pietro Fiorini (batteria e voce). Dopo una demo uscita su Bandcamp e Soundcloud, a gennaio i cinque hanno pubblicato il loro primo progetto ufficiale, “The Law of the Cod”: TOradionews ha intervistato il chitarrista Giovanni Fiorini.

Ciao Giovanni, parliamo del vostro primo disco e del suo processo di gestazione, sia dal punto di vista creativo che meramente logistico; come si è svolto?

Abbiamo scritto i nostri pezzi più o meno tutti nello stesso modo: solitamente io e Felice partiamo da un riff di chitarra che presentiamo poi agli altri e che sviluppiamo “sbattendoci la testa tutti insieme”. L’obiettivo dell’album, esteticamente parlando, era quello di dargli un feel il più live possibile. Questo è stato ottenuto registrando quasi tutto in un unico take, suonando tutti insieme, eccezion fatta ovviamente per le parti “extra” come voce e assoli. Abbiamo volontariamente cercato un po’ di quello che in linguaggio tecnico è definito bleed o spill (il momento in cui un suono viene registrato da un microfono diverso rispetto a quello previsto, ndr). Abbiamo registrato le strumentali quest’estate in cinque giorni e le voci tra l’estate e settembre; abbiamo quindi intrapreso il processo di mix e master rispettivamente in autunno e a dicembre, per poi pubblicare il disco il 22 gennaio, il giorno prima del nostro live.

Parliamo della nascita della band e della sua composizione: che rapporto avete oltre la musica?

I fondatori siamo io e Felice: ci siamo incontrati per la prima volta nel 2018 grazie a conoscenze comuni e, quasi per gioco, abbiamo iniziato a suonare insieme. Ai tempi era con noi anche un compagno di università di Felice che suonava la batteria, ma che ha abbandonato il gruppo dopo poco, per poi essere sostituito da mio fratello Pietro. Dopo un po’ di vicissitudini abbiamo conosciuto, tramite annunci su Facebook, Francesco ed Enrico e così, nel 2019, sono nati i CodCreep. Oltre la musica tra di noi c’è un buon rapporto di amicizia.

Qual è stata la vostra soddisfazione maggiore legata alla musica?

Vedere la nostra musica su Spotify e anche su cassetta è già una grossa soddisfazione, ma il momento più bello di tutti probabilmente è stato il nostro live allo Ziggy Club di Torino, c’era molto pubblico e ci si siamo tutti divertiti parecchio.

Parliamo di metal: quando è nata la tua passione per questo genere? Ci sono altri generi che ti/vi piacciono e verso i quali vorreste orientarvi? C’è una canzone o un album che ascolti “a ripetizione” al momento?

Io e mio fratello siamo stati sempre “immersi” nel genere metal grazie ai nostri genitori, in particolare nostro padre. Mi ricordo una scena in particolare: io in cucina che ascolto il cd degli Slipknot insieme a mia madre. In fatto di gusti musicali siamo comunque piuttosto onnivori: passiamo dal rock al metal, arrivando ogni tanto all’hip hop. Felice ha dei gusti piuttosto simili ai nostri, Francesco è un grande appassionato di metalcore, mentre Enrico ama i Lamb of God. Questa pluralità crea ogni volta un ambiente molto stimolante e prolifico. Per rispondere all’ultima domanda, al momento non riesco a smettere di ascoltare Diaspora Problems, dei Soul Glo.

Per concludere: quali sono i vostri progetti per il futuro?

Sicuramente suonare dal vivo il più possibile: siamo comunque già al lavoro su nuova musica e abbiamo pronti diversi pezzi, “ancora più storti di quelli vecchi”, che non vediamo l’ora di portare sul palco!

Di seguito i link social e Spotify del gruppo.

Clicca qui per Instagram e qui per YouTube

Condividi con i tuoi amici

Francesco Bonfante