In esposizione la salute oltre la pandemia

 In esposizione la salute oltre la pandemia

Organizzata dalla Fondazione Carlo Donat-Cattin con il Centro Italiano di Storia Sanitaria e Ospedaliera e l’Archivio Scientifico Tecnologico dell’Università di Torino, l’esposizione “Dai medici condotti al Servizio Sanitario Nazionale. Una mostra sulla salute oltre la pandemia” vuole raccontare la storia del Servizio Sanitario Nazionale valorizzandone e difendendone i principi ispiratori.

La mostra – che sarà inaugurata mercoledì 5 maggio dalle 17,30 in live streaming sui canali social della Fondazione Carlo Donat-Cattin – illustra il percorso di trasformazione che ha portato agli attuali presidi e servizi medici, garantendo il diritto universale alla salute.

All’inaugurazione sono previste numerose personalità che interverranno, come il direttore della Fondazione Carlo Donat-Cattin Gianfranco Morgando, il direttore del Polo del ‘900 Alessandro Bollo, l’Assessore alla Sanità Luigi Icardi, il presidente CISO Franco Lupano, il direttore ASTUT Marco Galloni, il presidente dell’Ordine provinciale dei medici e odontoiatri di Torino Guido Giustetto e Mauro Salizzoni, medico chirurgo e vicepresidente del Consiglio Regionale del Piemonte. Inoltre, è previsto l’intervento del Ministro della Sanità Roberto Speranza.

L’esposizione vuole anche promuovere e conservare la conoscenza di un patrimonio di strumenti, oggetti e documenti pressoché sconosciuti, in alcuni casi unici al mondo, che confluirà nel futuro Museo della Medicina dell’Università degli Studi di Torino.

La mostra sarà aperta fino al 29 maggio presso lo Spazio Mostre del Polo del ‘900 di Torino, in via del Carmine 14, dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 19.

Per il periodo di apertura, sono previsti tre appuntamenti di confronto e dialogo sul sito ed i canali social della Fondazione: il 14 maggio dalle 17 la conferenza “Musei della Medicina e della Sanità in Piemonte. Presente e futuro” con gli interventi di Marco Galloni, Diego Robotti e Carlo Bagliani, il 19 maggio dalle 17 la lectio Magistralis del prof. Renato Balduzzi, già ministro della Salute sul tema “Quale sanità in Italia dopo il coronavirus”, e il 26 maggio dalle 17 la conferenza “Ammalarsi nel passato”. Una voce narrante introduce una serie di casi clinici descritti da medici e pazienti, esposti da diversi relatori, che partono dagli interventi chirurgici preanestesia, alle malattie mortali prima dell’avvento di antibiotici, fino alle sperequazioni tra mutuati e paganti alla metà del XX secolo.

Condividi con i tuoi amici

Jessica Scano