Bambini ed educazione digitale

 Bambini ed educazione digitale

Kaspersky, azienda di sicurezza informatica e digital privacy, fondata nel 1997, che opera a livello globale  presenta “Midori Motorsport”, un progetto rivolto ai bambini tra i 5 e i 10 anni che, con la collaborazione della piattaforma Educazione Digitale riconosciuta dal MIUR, coinvolgerà le scuole primarie italiane per sensibilizzare ed educare i più piccoli sui temi di base della sicurezza informatica.  

In un mondo sempre più digitalizzato, serve possedere una cultura sulla sicurezza informatica ed è necessario imparare sin da piccoli.

Infatti, come ci suggeriscono i numeri, secondo il Rapporto Auditel-Censis in Italia oggi i bambini entrano in possesso del primo smartphone ad un’età media di 7 anni, spesso non sotto la supervisione di un adulto: su un campione di 100 persone tra i 4 e i 10 anni, è emerso che il 18% possiede un cellulare, il 33% utilizza un tablet e più del 50% può collegarsi ad internet tramite i device disponibili in famiglia.

Fasce di età e dati che destano preoccupazione, se si pensa che i più giovani sono i più vulnerabili ai rischi del web. Secondo quanto emerso dal Kaspersky Family Report , infatti, il 14% dei genitori ha dichiarato che i propri figli sono stati esposti a contenuti che li incoraggiavano a compiere azioni violente o inappropriate. Inoltre, come evidenziato dalla ricerca, sei genitori su dieci (60%) hanno assistito ad un incidente online che aveva come obiettivo quello di compromettere la sicurezza dei propri figli.

Proprio per questo, Kaspersky ha deciso di lanciare il progetto “Midori Motorsport” con una call agli oltre 60.000 docenti delle scuole italiane già iscritti alla piattaforma, invitandoli a partecipare all’iniziativa.

Agli insegnanti che aderiranno al progetto verrà messa a disposizione una guida didicattica realizzata da Kaspesky e dal team di pedagogisti di Educazione Digitale, che ha l’obiettivo di fornire materiale di spunto per guidare i più piccoli alla scoperta del web e degli strumenti che permettono la navigazione in rete in modo efficace e sicuro.

Oltre alla piattaforma, Kaspersky ha realizzato un libro illustrato: “MIDORI KUMA e la gara davvero speciale”. Un volume, scritto da Alessia Cruciani – giornalista e autrice di libri per ragazzi – e illustrato dal disegnatore Gianfranco Florio, che racconta le avventure di Lola e Peter, di 8 e 10 anni, in visita per la prima volta ad un cartodromo. Con loro, Midori Kuma, il simpatico orso verde pronto a dispensare consigli utili sulla sicurezza. Nel cartodromo impareranno che, come per guidare i kart è necessario attenersi a precise regole, anche per navigare con consapevolezza su internet e saper riconoscere i segnali di pericolo lungo il percorso è possibile stabilire delle norme di comportamento che potremmo pensare come una sorta di patente.

Il libro sarà disponibile sulla piattaforma di Educazione Digitale in versione digitale in italiano e in inglese, mentre i primi 300 insegnanti iscritti riceveranno in omaggio una copia cartacea insieme a degli stickers di Midori Kuma da condividere con i bambini delle loro classi.

“Credo fortemente nella necessità di fornire un’educazione digitale a bambini e ragazzi” ha dichiarato la Cruciani “e il progetto ideato da Kaspersky va proprio in questa direzione. Se è vero che il mondo virtuale offre tante opportunità, è altrettanto fondamentale conoscere le regole essenziali, da subito, per viverlo senza spiacevoli incidenti”.

Condividi con i tuoi amici
Jessica Scano

Jessica Scano