6 giorni di cinema e amore: Lovers Film Festival

 6 giorni di cinema e amore: Lovers Film Festival

Ph: Dario Gazziero

Per il secondo anno consecutivo, TOradio è media partner del Lovers Film Festival giunto alla 37a edizione. Se l’anno scorso l’ultimo giorno di Festival coincideva con l’ultimo giorno di apertura dei cinema a causa della pandemia, quest’anno tutti sperano di essersi lasciati alle spalle gran parte delle restrizioni.

Siamo stati alla conferenza stampa di lancio, oggi alla Mole Antonelliana, e la percezione da parte di tutti era proprio quella di ripartenza, non solo per divertirsi e godersi il buon cinema, ma anche per ribadire con forza la lotta per i diritti, soprattutto in un momento in cui questi sono calpestati dalla guerra.

Dal 26 aprile al 1° maggio sul grande schermo verranno proiettati 54 titoli, tra cui 29 anteprime italiane, 4 europee, 4 internazionali e una mondiale. In tutti, 20 nazioni saranno rappresentate dai film in concorso.

Come da tradizione, tre le sezioni competitive: All The Lovers, concorso internazionale lungometraggi; Real Lovers, concorso internazionale documentari e Future Lovers, concorso internazionale cortometraggi, che quest’anno punta a dare quanta più visibilità possibile ad una tipologia che raramente trova spazio. Tre le giurie, con tre presidenti che rappresentano ognuno uno spaccato del movimento LGBTQI+ in tre città diverse: Vanni Piccolo da Roma, Franco Grillini da Bologna e naturalmente Enzo Cucco da Torino.

Finalmente potranno tornare in sala i registi dei film proposti, per presentare il loro lavoro e dialogare con il pubblico. Grandi ospiti (verrà ospitata anche Zi Faàmelu, una cantante trans riuscita a fuggire dall’Ucraina), una madrina amata dal grande pubblico, Barbara Bouchet, Sabina Guzzanti a chiudere il Festival, un omaggio a Judy Garland e un altro, dovuto, a Pier Paolo Pasolini a 100 anni dalla sua nascita con una installazione artistica alla Mole e la proiezione di 4 tra i suoi film restaurati.

Per orientarsi meglio all’interno del ricco programma, quest’anno sono stati introdotti 4 percorsi tematici che raggruppano alcuni dei film proposti. I percorsi attraversano fasi e momenti significativi della crescita personale, ma anche la storia dell’attivismo LGBTQI+: la crescita, la scoperta di sé e gli interrogativi: il percorso dedicato ai coming of age; varcare il solco delle costrizioni, dei binari e della norma: get queer!; le icone di ieri e di oggi, icone a qualsiasi prezzo e con un solo obiettivo: essere favolosə; pioniere e pionieri attraverso le storie e gli sguardi di chi ha lottato prima di noi.

Per seguire tutti gli aggiornamenti del programma e per info sui biglietti, consultate il sito.

Social: facebook e instagram.

Condividi con i tuoi amici

Sara Levrini