215.000 lettori

 215.000 lettori

Il Salone del Libro quest’anno si è superato riuscendo a condurre 215.000 visitatori tra i padiglioni 1, 2, 3 e Oval del centro polifunzionale Lingotto, il Centro Congressi e la Pista 500. Quello che i numeri confermano, è un risultato che si notava facilmente frequentando i cinque giorni di Salone: nonostante lo spazio fosse ben più che ampio, durante il picco di affluenza di sabato 20 ci si faceva largo a fatica tra la folla. Un record assoluto per la manifestazione culturale che anche quest’anno supera i numeri della passata edizione e chiude in bellezza la direzione di Nicola Lagioia dopo sette anni.

I numeri possono aiutarci a capire la portata dell’evento: all’organizzazione della manifestazione hanno preso parte oltre 1000 persone, tra staff, allestitori, fornitori. Il Salone è stato catturato e raccontato attraverso 70.000 scatti realizzati dal team fotografi, raccontato in più di 2500 articoli cartacei, 4000 articoli web e 1098 passaggi radio e TV. In ascesa anche il numero degli accreditati, tra stampa e blogger, che sfiorano i  5000, mille in più rispetto al 2022.

Il pubblico è arrivato da tutta Italia, con un incremento notevole dalle regini del nord, ma anche dalle isole, segno che la manifestazione rappresenta sempre più il cuore pulsante della cultura e della lettura per tutta l’Italia.

La collaborazione fra Pinacoteca Agnelli e Salone del Libro ha fatto conoscere al pubblico il Lingotto da un’altra spettacolare prospettiva. Nonostante la pioggia, più di 9.500 visitatori sono saliti sulla Pista 500 sul tetto del Lingotto, scoprendo il giardino sospeso, le installazioni artistiche, la Collezione Agnelli, le mostre e il bar panoramico FIATCafé500. Tutti gli eventi – lectio di autori e autrici, passeggiate e attività per famiglie in Pinacoteca e sulla Pista 500 – sono andati sold out.

Motivo di richiamo per il pubblico, è stato anche il momento di premiazione della decima edizione del Premio Strega Europeo, assegnato a Emmanuel Carrère con il romanzo V13 (il titolo più venduto dallo stand della casa editrice Adelphi).

Di sicuro, però, la soddisfazione più grande si trova nei resoconti social delle case editrici, che mostrano orgogliosamente i pochi libri rimasti dopo cinque giorni di Salone: molti i titoli esauriti, nonostante i rifornimenti fatti arrivare a manifestazione in corso, molti i bancali arrivati carichi di scatoloni e tornati indietro vuoti.

Anche tutta TOradio è felice e soddisfatta di questa edizione, la prima in cui abbiamo avuto uno stand grazie all’ospitalità del Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro. Un punto di incontro dove conoscerci, ascoltarci, giocare, vincere premi e tenere delle interviste.

Il nostro resoconto sono le parole che abbiamo raccolto dalle persone incontrate: qui potete trovare tutte le interviste.

Per ora è tutto. L’appuntamento per l’edizione XXXVI è per la prossima primavera dal 9 al 13 maggio 2024!

Condividi con i tuoi amici

Sara Levrini